// stai leggendo...

Archivio Articoli

Il segno di Horus


HORUS
Il Segno di Horus
, (rappresentato dal dito indice posto sulle labbra) simboleggia in tutto e per tutto l’Occulto, cio’ che è nascosto e proprio in quanto tale, efficiente e detentore di un Potere. In un’epoca, come quella moderna, dove si parla molto, troppo (o meglio si urla) e si ostenta qualsiasi cosa venga vissuta attraverso i social e il bisogno continuo di conferme da parte degli altri, il Segno di Horus si erge a difesa di cio’ che è autentico, Vero e quindi inviolabile. Come le radici di un albero sono nascoste e proprio per questo danno vita all’albero maestoso, cosi’ cio’ che è occulto e custodito nel cuore di ciascuno di noi rende le nostre vite luminose e vibranti. Il dr. Rocco si vanta di essere un Personaggio Occulto godendo momento per momento della sublimità della Vita.
La posizione della mano sinistra esprime il Gyan Mudra (o Sigillo della Conoscenza). Deriva dalla tradizione della Kundalini Yoga. l’energia del dito indice è associata al pianeta Giove, che rappresenta la conoscenza, l’espansione e la saggezza; il pollice rappresenta l’ego. Il collegamento tra queste due dita sta a simboleggiare la coscienza umana (pollice) che si collega con il divino (indice), le altre tre dita rappresentano le tre qualità energetiche che animano l’universo, chiamate Guna.
Il cerchio che le due dita creano rappresenta l’unione dell’anima individuale con l’anima universale.
Al collo il dr. Rocco indossa un talismano che rappresenta un Ouroboros (serpente-drago che si mangia la coda) e che racchiude il Segno del Pentagramma, Simbolo di rispetto e di Potere delle Forze della Natura (Potere conferito al Mago per merito e conoscenza). Il Drago è alato e coronato: simbolo di derivazione alchemica, rappresenta un drago che divora e nutre sé stesso rivitalizzandosi e rigenerandosi di continuo. Per gli Egizi era un simbolo di Immortalità.
La scritta che compare alle spalle del dr. Rocco è in caratteri runici ed e sono parole di una lingua oramai estinta: antico norreno, la lingua parlata dai Vichinghi. E’ scritto: Thunder Sword (traduz.: Spada di Tuono)

Galleria fotografica

mg_3494 mg_3501 mg_3504 mg_3505 mg_3512 mg_3514 mg_3518 mg_3526